Première Vision porta a Parigi oltre mille espositori

Si è conclusa la 22° edizione di Première Vision Paris 2022 che ha ospitato, dall’8 al 10 febbraio, oltre mille espositori, estendendosi fino all’11 febbraio per la versione digitale della manifestazione.
Lo show fisico si è tenuto al Parc des Expositions de Paris Nord-Villepinte, mentre quello digitale ha offerto per tutta la durata della manifestazione un programma completo di eventi online.

Il salone internazionale, dedicato ai materiali e ai servizi per la moda, si è svolto in formato ibrido per dare l’opportunità ai professionisti del settore di riunirsi sia fisicamente che online, in questo modo tutti hanno potuto continuare a scambiarsi idee e ispirazioni per le prossime collezioni primavera/estate 2023.

In totale, la versione ibrida di Première Vision Paris ha prodotto un’offerta creativa di 1.094 espositori internazionali provenienti da 41 Paesi, tra cui 63 nuove aziende selezionate dagli esperti e dal comitato di selezione di Première Vision, confermandosi nuovamente come punto di riferimento per il settore moda ed evento in grado di offrire preziose occasioni di business alle aziende.

Le collezioni esposte per la primavera-estate 23 sono state un invito a esplorare paesaggi tanto sconosciuti quanto stimolanti, che hanno spaziato dagli abissi ai microcosmi, dagli spazi immaginari e immateriali, alle realtà aumentate e virtuali.
Alla ricerca di un equilibrio tra il design virtuoso e la gioia di vivere della moda, la primavera/estate 23 si è basata sulla connessione tra natura e tecnologia, unione che ha prodotto innovazione e creatività indispensabile per la produzione di nuovi prodotti.

Numerosi sono stati gli eventi dedicati al mercato sostenibile come TREND TASTING COULEURS che si è occupato dei colori sostenibili della stagione per scoprire e decodificare la gamma cromatica P/E 23, i colori esclusivi, le armonie essenziali, e TREND TASTING SEASON che ha trattato le principali tendenze trasversali della stagione, illustrate con iconografie esclusive, le silhouette chiave e le complementarità tra tessuti, motivi, pelli e accessori.

Alla tematica della sostenibilità è stato dedicato anche un forum dal titolo “DO IT SUSTAINABLY” ma anche il focus degli altri due forum – “GIVE IT FLAIR ” dedicato alla fantasia e “KEEP IT INCOMPARABLE”, dedicato agli uniti – si sono articolati attorno alla tematica della valorizzazione trasversale multi settore legata alla sostenibilità.

 

Di sostenibilità si è trattato anche nello stand di Etichettificio Pugliese dove sono stati esposti e si è discusso di accessori personalizzabili prodotti con materiale sostenibile come: cartellini realizzati in cartoncino riciclatoetichette tessute in cotone organico e/o poliestere riciclatoetichette stampate in raso di poliestere riciclato e sacchetti in cotone organico.

Ormai la domanda di accessori sostenibili proviene dalle aziende di produzione di ogni tipologia e l’impegno di Etichettificio Pugliese in questo settore è sempre più concreto ed importante.

Menu